2 minuti allo start di Singapore – random stuff

Mancano 30 minuti al Granpremio di Singapore. Potrei dirvi come sono andate le prove ufficiali ieri, ma tanto so già che o lo sapete o comunque ve lo immaginate. Mi concederò, invece, soltanto qualche riflessione random sulle cose che hanno catturato la mia attenzione in questi giorni.

1) Singapore fa emergere l’anima glamour di Sebastian Vettel. Siamo passati dalle lucine al led, da accompagnare rigorosamente a qualche hit neomelodica sparata a millemila decibel (tipo “L’infermiera di notte”, “Anna si sposa” o “Mi son fatto l’amante”), sfoggiate lo scorso anno…

led singapore 2012

… al glitter spintissimo anni ’70, ideato da un pubblico rigorosamente under-12

creatori del casco vettel e il casco

Più son tamarri, più gli portano bene (pole e vittoria lo scorso anno, pole e.. “non si sa” adesso.

2) La fortuna aiuta gli audaci. Ma ogni tanto anche loro se la fanno sotto.

Ieri in Q3 Sebastian Vettel ha fatto segnare stratosferico 1.42.841 quando ancora mancavano circa 5 minuti alla fine delle prove. Dai box gli viene chiesto. “Vuoi fare un altro tentativo?”. Risponde: “Posso migliorarmi”. Rientra comunque ai box. Stacca il volante e scende dalla vettura, cominciando a gongolare per un 1.42 alto che sembra irripetibile

vettel singapore

 

Ma il compagno Mark Webber e il tedesco della Mercedes Nico Rosberg fanno segnare “dei fucsia” -ovvero degli intertempi record- nell’ultimissimo tentativo a loro disposizione: potrebbero fargli la festa (e fare gongolare come pazzi noi da casa, che già ci siamo messi in posa da Bastianich a sentenziare “Fai arrogante??”)

ti scantasti 2

FAI RIFLETTI !

FAI ARROGANTE?

F1 Grand Prix of Singapore - Qualifying F1 Grand Prix of Singapore - Qualifying

la fuga tentata lo scherzetto

Purtroppo la “festa” a Nico Rosberg, il re del giro secco, non riesce per 9 miseri centesimi.

sebi e la pole

Discussione Live dalle foto di rito post-pole position…

Nico: "Eh.. te stavu facennu a festa. Ti scantasti, eh?  Ma comu fai nta 'llultimo trattu, iò, no capisciu propria" (trad. it.: "eh, ti stavo facendo la festa. Ti sei spaventato? Però non riesco proprio a capire come fa in quell'ultimo settore)

Nico: “Eh.. te stavu facennu a festa. Ti scantasti, eh? Ma comu fai nta ‘ll’ultimo trattu, iò, no capisciu propria” (trad. it.: “eh, ti stavo facendo la festa. Ti sei spaventato? Però non riesco proprio a capire come fai a essere così veloce in quell’ultimo settore)

Seb: "Eh..mi scombussolai na 'nticchia. Però m'annau bona 'sta vota (trad. it: mi sono un po' scombussolato. Ma stavolta mi è andata bene)

Seb: “Eh..mi scombussolai na ‘nticchia. Però m’annau bona ‘sta vota (trad. it: mi sono un po’ scombussolato. Ma stavolta mi è andata bene)

Nico: "Veni 'cca cumpaaari. Facemune sta fotu, chi 'ssi troppu tocu!" (Vieni qua, amico. Facciamoci questa foto assieme che sei troppo forte!) Romain: "Ma qualcuno mi calcola???"

Nico: “Veni ‘cca cumpaaari. Facemune sta fotu, chi ‘ssi troppu tocu!” (Vieni qua, amico. Facciamoci questa foto assieme che sei troppo forte!)
Romain: “Ma qualcuno mi calcola???”

Alla fine quello che è rimasto fregato, tanto per cambiare, è Mark Webber, che non solo mangia la polvere del suo compagno di squadra (siamo sul 13 a 0 nel computo annuo) e di Rosberg, ma si fa gabbare anche dell’ex crash-man Romain Grosjean.

F1 Grand Prix of Singapore - Practice

“Sono un po’ seccato di essere quarto. Mi va abbastanza stretto come risultato, perchè avevamo fatto segnare -plurare maiestatis- dei buoni giri veloci. Siamo in seconda fila -S.V.: “mo’, parla per te!”- e sarebbe stato meglio partire davanti, ma la gara è lunga e da qui si può fare qualcosa di buono. Abbiamo un’ottima vettura sul passo lungo. E’ difficile battere Seb nell’ultimo settore; è sempre il più forte alle curve 20 e 21” -SOTTOTITOLO: Mamma, quanto rosico!”

3) C’eravamo tanto amati 1 – Nando & Felipe

L’anno scorso Fernando Alonso aveva accolto con molto favore il rinnovo di Felipe Massa per la Ferrari. E, dopo l’annuncio del suo addio a fine stagione, l’asturiano ha fatto un voto di AMORE ETERNO.

Una volta che hanno deciso di non proseguire con Felipe, mi è stato chiesto cosa ne pensavo. Ho risposto che, secondo me, Kimi era il migliore sul mercato, specialmente perché nella prossima stagione ci saranno molti cambiamenti e sarà necessario molto lavoro di sviluppo sulla monoposto a gennaio e febbraio. Ho detto alla squadra che era quindi importante avere un compagno con molta esperienza in Formula 1, e sono contento della scelta. Con due Campioni del Mondo non ci saranno differenze. Anche quando sono arrivato in Ferrari, si diceva che il rapporto con Felipe sarebbe stato difficile poiché lui era con la squadra da molti anni. Dopo quattro stagioni insieme, posso dire che è uno dei miei migliori amici che ho qui. In ogni caso, considero Felipe come un Campione del Mondo

“Una volta che hanno deciso di non proseguire con Felipe, mi è stato chiesto cosa ne pensavo. Ho risposto che, secondo me, Kimi era il migliore sul mercato, specialmente perché nella prossima stagione ci saranno molti cambiamenti e sarà necessario molto lavoro di sviluppo sulla monoposto a gennaio e febbraio. Ho detto alla squadra che era quindi importante avere un compagno con molta esperienza in Formula 1, e sono contento della scelta. Con due Campioni del Mondo non ci saranno differenze. Anche quando sono arrivato in Ferrari, si diceva che il rapporto con Felipe sarebbe stato difficile poiché lui era con la squadra da molti anni. Dopo quattro stagioni insieme, posso dire che è uno dei miei migliori amici che ho qui. In ogni caso, considero Felipe come un Campione del Mondo.” Fernando Alonso

Dopo due giorni Felipe Massa, quando gli è stato chiesto se aiuterà il compagno di squadra nella sua improbabile (per non dire impossibile) rincorsa mondiale, ha risposto più o meno così.

"Aiutarlo? No, adesso vado all'attacco"

“Aiutarlo? No, adesso vado all’attacco”

E ieri, giusto per non smentirsi, per la seconda volta dopo Monza ha beffato Alonso in qualifica, agguantando la sesta posizione per qualcosa come 48 millesimi. Non ci credeva neanche Bob Smedley.

rob can't believe it

 

4) C’eravamo tanto amati 2 – Nico & Lewis

A Montecarlo i due piloti Mercedes, amici per la pelle da quando erano pargoli sfreccianti sui Kart, giocavano sulle moto d’acqua come se nella vita non avessero un pensiero…

Hemilton_isportil_oborudovanie_paparatstsi

…ora, all’ennesima qualifica in cui l’ipotetico “secondo” fa meglio del prodigio inglese, a malapena si guardano in faccia. Un’amicizia distrutta??
rosberg hamilton

Kudos e stima per Lewis Hamilton e per la sua capacità di fare mea culpa.

Io non ero abbastanza veloce oggi, ma è chiaro che la macchina lo fosse più di quanto io sia riuscito a fare. Cercherò di fare del mio meglio domani

Domani è qui e i minuti al giro di ricognizione non sono più 30, ma 2.

Buona visione e eventuali pronostici qui sotto, in commento =)