Gp di Montecarlo, FP3 : Massa, che botta!

Che Montecarlo non sia una pista facile, è risaputo. Nelle stradine strettissime del principato, se si va al limite, anche il più piccolo errore, un “bacio” alle barriere, può essere fatale.. e CIA’, CIAAAAAA’. E infatti in queste terze prove libere abbiamo avuto due bandiere rosse.

Chi comunque sta interpretando alla grande il tracciato è Nico Rosberg, che a Montecarlo si trova a casa (in tutti i sensi, visto che ci vive). Per lui il tempo migliore è arrivato anche nelle terze prove libere. Segue Romain Grosjean, che ha rovinato la sua bella prestazione proprio alla fine della sessione con un incidente che ha fatto esporre la bandiera rossa – è il secondo incidente, giovedì gli era andata così:

Convincente Sebastian Vettel, terzo su gomme soft (tutti gli altri hanno girato nel finale con le supersoft, simulando le qualifiche) e in testa per quasi tutta questa sessione mattutina. Quarto, e non molto contento, Fernando Alonso, funestato dal graining (il famoso deterioramento) sulle gomme posteriori e soltanto quarto: il Nando Nazionale sta facendo gli scongiuri per essere almeno in seconda fila, domani. Seguono Hamilton, le cui ambizioni da pole non sono molto convincenti rispetto a quanto fatto vedere in pista, e Raikkonen, autore di un lungo. Solo settimo Mark Webber, che a Montecarlo l’anno scorso ha vinto. Bisogna tuttavia sempre considerare che le Redbull sono maestre nell’attendismo: nelle prove libere si nascondono, per dare la zampata finale nella Q3 ed esserci quando conta. Chiedete a Sebastian Vettel: lui è l’uomo dai nervi di ghiaccio sul tentativo secco in qualifica. Ottavo Paul Di Resta: chissà se la Force India riuscirà a timbrare il cartellino anche questa volta, senza compiere gli  errori grossolani a cui, purtroppo, ci ha abituato dall’inizio dell’anno. Nono Maldonado, che spera che la Sainte Devote gli porti fortuna. Decimo Hulkenberg su Sauber. Seguono le due McLaren. Button ha dichiarato di adorare Montecarlo perchè può allenarsi alla grande nella sua disciplina, il triathlon, nella quale ottiene ottimi risultati: nuotate nella baia, scalate in bicicletta e jogging al porto del Principato. Sarebbe bello sapere quando i risultati arriveranno anche in pista.

Ma ciò che ha caratterizzato questa sessione di prove, sono gli incidenti.

Devastante quello che, a mezz’ora dalla fine, ha reso protagonista Felipe Massa alla Sainte Devote:

Il nostro Calimero è uscito più che frastornato dalla sua vettura ed è stato trasportato al centro medico. Seri i danni alla sua Ferrari: non si sa se i meccanici riusciranno a rimetterla in sesto per le qualifiche. Di cosa si è trattato? Errore? Problema tecnico? Dal muretto intanto hanno escluso problemi ai freni (che, dal video, sembrano non rispondere).

Brutto incidente anche per Adrian Sutil:

E per concludere, lo svarione di Romain Grosjean all’ultimo minuto delle #FP3, causa della seconda bandiera rossa di queste libere (e della conclusione delle prove). Giusto per non dare un po’ di lavoro extra ai suoi meccanici…

Insomma, le prove (tra un’ora) potrebbero essere molto divertenti.

E poi… Un canadese come Jacques Villeneuve, al commento per Sky, è al momento bardato con la sciarpa di lana: a Montecarlo starebbe facendo un freddo boia (11 gradi addirittura), tira vento e.. sono arrivate le nuvole. Buona fortuna!

Qual è il vostro pronostico per le qualifiche in arrivo? Un commento qui sotto!