Jerome D’Ambrosio ottimista per Monza

Nonostante Rubens Barrichello abbia mandato più di un messaggio subliminale in anglo-portoghese alla Lotus,

I tweet persuasivi di Barrichello alla Lotus

la scuderia britannica non ha fatto molta strada per scegliere chi sostituirà a Monza Romain Grosjean, squalificato dopo l’incidente di Spa: sarà Jerome D’Ambrosio, terzo pilota della squadra, lo scorso anno in forza alla scuderia Virgin.
“Una cosa è sicura, è mezzo italiano, e credo di sapere per quale pilota gli spettatori tiferanno, oltre a Fernando Alonso”, avrebbe detto il Team Principal Eric Boullier. “Sarà dura per Jerome a Monza, ma faremo di tutto per fargli ottenere un buon risultato”. Caro Eric, vorrei dirti che l’unico motivo per cui potrei “supportare” Jerome D’Ambrosio per una sola gara, è che si può classificare decisamente come il miglior manzo in circolazione nel dorato mondo della Formula1 (peraltro un validissimo motivo).

L’italo-belga Jerome D’Ambrosio

Complimenti alla mamma.

“Per tutto il 2012 ho sognato di risalire al volante di una Formula1, dunque colgo l’opportunità al volo”, ha affermato il bell’italo-belga. “Monza è un circuito fantastico e non vedo l’ora di scendere in pista venerdì”.

Monza è stata avara, lo scorso anno, con Jerome D’Ambrosio: al volante della sua Virgin si qualificò 22esimo e si ritirò al secondo giro per problemi al cambio. Un motivo in più per far bene il prossimo weekend, con una macchina in grado di aspirare alle prime posizioni: “darò tutto ciò che posso per fare il miglior lavoro possibile. Ho lavorato moltissimo fuori dalla macchina quest’anno e ho cercato di prepararla al meglio in caso si presentasse una possibilità come questa”. Jerome è ottimista: nonostante la delusione del 2011, a Monza ha ottenuto il suo ultimo podio in Gp2. E poi si tratta di un granpremio dall’atmosfera speciale, “perchè è l’ultima gara in Europa”. Una gara a cui D’Ambrosio si sta preparando da domenica: “Appena ho ricevuto la chiamata in nottata, sono piombato a Spa per discutere con Ayao Komatsu, che sarà il mio ingegnere di gara. Abbiamo parlato di tutto quello che avevo bisogno di sapere. Trascorrerò un bel po’ di tempo nel simulatore, per riabituarmi a tutte le procedure. E parlerò un sacco con gli ingegneri, così sarò preparato ai primi test di Venerdì”.
In bocca al lupo, bellezza.