“Secondo” a chi? – Pole position Japan Gp

Qualifiche del Japan Gp: tra “secondi” che suonano la carica, una bella promessa di fine stagione che si mantiene e sfighe cosmiche che sembrano non avere alcuna intenzione di andar via.

_________________________________________________________________________

“..e devo dire che per la prima volta da tanti Gran Premi, la Ferrari oggi potrebbe puntare su una seconda fila”.

Marc Genè

Nooooooo

Nooooooo

Infatti Fernando Alonso domani partirà ottavo, inconsistente- as usual – nel momento in cui meno doveva esserlo (ovvero nell’ultimo run della Q3).

In queste qualifiche del Japan Gp che ho visto a spizzichi e bocconi -peraltro, in differita- in realtà è emerso qualcosa di interessante, al di là del solito strapotere Red Bull.

1) “Secondi” a chi? – La carica delle seconde guide

Mark Webber, lasciato a Yeongam il “gatto nero” che lo perseguita da Spa, si leva la soddisfazione di strappare la Pole Position a Sebastian Vettel. E si toglie giusto un sassolino dalla scarpa – nulla rispetto a quanto subito da quando fa da seconda guida a un 26enne prodigio: con il risultato di oggi, impedisce infatti al tedesco di eguagliare il record di pole position consecutive (5) tutt’ora detenuto da Michael Schumacher.

"“Seb ha avuto un problema: avrei preferito batterlo dopo aver combattuto entrambi al 100%, quindi questo mi fa essere un po’ dispiaciuto… ma davvero, solo un po’”

“Seb ha avuto un problema: avrei preferito batterlo dopo aver combattuto entrambi al 100%, quindi questo mi fa essere un po’ dispiaciuto… ma davvero, solo un po’” – Mark Webber

Sottinteso:

pernacchiaFelipe Massa, che sdegnosamente si rifiuta anche solo di pensare di poter restare a Maranello come collaudatore, cerca di far valere la sua voglia di rivalsa perlomeno al sabato –dato che le sue domeniche, quest’anno, sono state un susseguirsi di: Partenza, swish, crash, rimonta in sofferenza-.

Nel finale al cardiopalma delle qualifiche di Suzuka, Felipe rifila tre decimi e tre posizioni a Fernando Alonso: lui partirà quinto, Alonso ottavo (cercasi Q3 disperatamente). E ora, nella competizione tutta in casa dei migliori risultati in prova per l’anno 2013, il brasiliano conduce 9 a 7.

“Il mio giro veloce nelle qualifiche è stato grande, quasi perfetto oserei dire. Ma è importante il passo in configurazione gara: vedremo domani quanto saremo forti

“Il mio giro veloce nelle qualifiche è stato grande, quasi perfetto oserei dire. Ma è importante il passo in configurazione gara: vedremo domani quanto saremo forti”.

Il più stupefacente rimane comunque lui: Romain Grosjean.

Dopo aver assai mal digerito la mezza carognata di Kimi Raikkonen di una settimana fa (il finlandese gli ha strappato la seconda posizione del Gp di Corea approfittando di un suo errore, ben sapendo che nel tratto successivo Romain non avrebbe potuto contrattaccare a causa delle bandiere gialle)…

sorpasso rai 3 sorpasso rai 4sorpasso rai 1

sorpasso rai 2

… Romain Grosjean si è rifà oggi in qualifica a Suzuka: agguanta il quarto posto in griglia e rifila 3 decimi a Kimi Raikkonen, che da parte sua partirà nono.

"Bonu sì, fissa no" (trad. it. "buono sì, fesso no).

“Bonu sì, fissa no” (trad. it. “buono sì, fesso no).

 

2) Meteora a chi? L’incredibile HULKenberg è ancora lì.

Nico Hulkenberg con la sua piccola Sauber vola in Q3 e agguanta il settimo posto in griglia, mettendosi alle spalle per 21 millesimi Fernando Alonso.

We knew we could fight for the top ten today, but P7 is a nice surprise. It was very tight, everything had to fall into place and I think we managed to do that. Compared to yesterday, the wind changed so we had a tail wind on the straights and this makes you really quick. That means we have a head wind in sector one, which gives you a lot of grip. It was so much fun to put a really good lap together in Q3. I am very happy. Clearly tomorrow we’ll be aiming for points

“Sapevamo di poter lottare per la Top Ten, ma questo settimo posto è una bella sorpresa. Era abbastanza difficile: tutto doveva andare al suo posto. E mi sa che ci siamo riusciti. […] E’ stato davvero divertente fare un bel giro in Q3. Sono molto felice. Chiaramente domani lotteremo per i punti”.


E non c’è dubbio che, oltre che per i punti, Nico stia lottando in solitaria per puntare al sorpasso alla Toro Rosso in classifica (31 punti a parimerito) e l’aggancio -difficile- alla Force India entro la fine del campionato per il sesto posto in classifica costruttori.

3) Lourdes –

E’ dove io volerei ASAP se fossi in Jean Eric Vergne. Jev ha davvero una sfiga cosmica. E ne è ben consapevole.

il gatto nero di Jean eric vergne

Oggi in qualifica ad andargli in fumo sono stati, probabilmente, i freni – si ipotizza che c’entri in qualche modo il Kers. Il fuoco si è sviluppato nel retrotreno e gli ha danneggiato anche la scatola del cambio.

I am fine, apart from getting a bit of fire extinguisher material in my helmet. All this bad luck? I just hope that I have used up all my share of it for next year too. It won’t be an easy race starting from this far back, especially as it is not so easy to overtake at Suzuka.

“Sto bene, a parte l’essermi ritrovato con della schiuma anti-incendio sul casco. Tutta questa sfortuna? Spero solo di averla esaurita anche per la prossima stagione.”

 

P.S. Caro JEV, se la carta Lourdes è un po’ troppo o un po’ troppo poco, puoi sempre provare a farti un giretto nelle mie contrade: una vecchietta che ti levi il malocchio, tra qui e l’altra sponda dello Stretto, la troviamo sicuro.