Tooned 50 – La storia della McLaren in cartoon

Partiamo dal principio che, essendo io una giovine 26 enne, per giunta afflitta da gravi forme di amnesia, parlando di Formula1 del passato posso cominciare a tirarmela, rimpiangendo tempi andati che non torneranno, solo in riferimento all’epoca P.M.S.F. (Post-Michael Schumacher in Ferrari, ovvero post-1995). Aggiungiamoci pure che, essendo io Ferrarista ed essendolo stata in maniera partigiana fino, più o meno, all’anno scorso, la Formula1 fino al 2011 è stata per me Maranello-centrica.

Considerando tutto questo, la mia preparazione sull’Amarcord, per quanto coltivata da videocassette-tributo di grandi del passato (viste tutte nel secolo scorso, e non sto scherzando), video-tributo su Youtube e film di Ron Howard, è molto limitata.

La McLaren, per andare incontro a persone che condividono i miei limiti, o semplicemente per allietare chi si è stufato di Wikipedia o degli articoli barbosissimi di Formula.com, ha partorito una genialata atta a rinfrescare la memoria dei Formula1 addicted: TOONED 50.

mclaren-tooned-50Si dà il caso, infatti, che proprio quest’anno la scuderia di Woking abbia compiuto 50 anni di attività. E, per evitare di scadere nella retorica dell’autocelebrazione, ha coniato la seconda serie di TOONED, gustosissima serie online di cartoon che l’anno scorso aveva per protagonisti Jenson Button e Lewis Hamilton…

…e che quest’anno ripropone -con ironia- le gesta di alcuni grandissimi della storia della McLaren: Bruce McLaren, Emerson Fittipaldi, James Hunt, Ayrton Senna, Alain Prost e Mika Hakkinen -con un piccolo cameo di un certo finlandese di nostra conoscenza…-; per chiudere con le storie dei due piloti attuali della McLaren: Jenson Button e Sergio “Checo” Perez (ancora da mandare on-air).

Qui di seguito vi propongo la storia di Emerson the “Warewolf” Fittipaldi:

e quella di Mika Super Hakkinen:

Tutte le altre le trovate a questo LINK.

ENJOY IT!

p.s. Piccolo dettaglio: i cartoon sono in un English molto British. Ma se con la lingua di Her Majesty Elizabeth II ve la cavate, lo spasso è assicurato.