Verso il Gp di Corea 2013 .. allegria portami via

Oppa gangnam style! Benvenuti in Corea!

Oppangam gam style

Avete presente quest’immagine? E’ la cosa più divertente che abbiamo visto nel Gp di Corea in 3 anni di gare.

____________________________________________________________________

Il circuito di Yeongam è un tristissimo affair edilizio realizzato a carissimo prezzo e in tempi record (e immagino sfruttando a frustate manodopera sottopagata) dallo studio del celebre architetto Tilke, in una sperduta località coreana chiamata Mokpo o Mockpo.

South-Korea-grand-prix-006

L’idea era creare una città che facesse le proprie fortune grazie a questa faranoica opera, rivelatasi una cattedrale nel deserto. Al momento il circuito viene usato una volta l’anno. E’ lontano da tutto il resto della civiltà. In tre edizioni ha fatto bella mostra di spalti desolatamente vuoti. Ha anche rischiato di essere seriamente trombato dal calendario del prossimo anno (ahinoi, non è andata a finire così).

Ma zio Bernie – che dice che probabilmente un giorno pianterà Monza perchè non lo pagano abbastanza per farci correre la Formula1 – parte come un pazzo verso luoghi tristi che sviliscono il mondo delle corse, ma che gli rendono moneta sonante.

In realtà, dato che, a differenza di Singapore, a fare turismo di lusso a Mokpo non ci va nessuno, non riesco davvero a comprendere perchè lo Stato coreano non si risparmi queste decine di milioni di euro-  investendole, che so, in un piano a lungo termine che conceda qualche risibile diritto sociale ai poveri operai coreani – invece di regalarli a Ecclestone in cambio di una marchetta.

A Yeongam c'è una tale desolazione che, nella tradizionale track walk del giovedì, c'erano solo Cric e Croc. Mancava persino Manici i ciascu.

A Yeongam c’è una tale desolazione che, nella tradizionale track walk del giovedì, c’erano solo Cric e Croc. Mancava persino Manici i ciascu.

I piloti stanno approfittando di questi giorni di ritiro spirituale per dedicarsi allo sport e al dopolavoro formulistico, strumenti fondamentali per sviluppare il legame di corporazione. Qui un’istantanea della GPDA Dinner, la cena della Gran Prix Driver Association.

Ricciardo e l'f1 bonding

Evidentemente Raikkonen, Bottas, Hamilton e Sutil non hanno spirito di corpo. Cattivi.

La perla di questa serata è questo video di Felipe Massa. Guardatelo qui sotto…

Video di Felipe Massa dalla GPDA dinner

Cosa avrà voluto dire ad uno con una faccia come quella di Gutierrez apostrofandolo con “Mexican mafiaaaaa” rimarrà un mistero della cabala.

__________________________________________________________________________

Il tracciato della Corea, nonostante tutto, non dispiace ai piloti. Qui Nico Rosberg spiega perchè.

"Il layout del Gp di Corea mi piace molto. E' una buona combinazione di lunghi rettilinei e tornanti ideali per superare (Nico, ma ne sei proprio sicuro?). C'è anche una  There is also a very fast flowing section with many linked corners round the back which is a big driving challeng

“Il layout del Gp di Corea mi piace molto. E’ una buona combinazione
di lunghi rettilinei e tornanti, ideali per superare. C’è anche una sezione di curve molto veloci una dietro l’altra, che rappresentano una bella sfida per la guida”.

Io non sono un emerito nessuno per contraddire Nico Rosberg. Ma negli ultimi 3 anni mi sono sempre fatta un’alzataccia domenicale per guardare il Gp di Corea, e me ne sono sempre pentita.

Anche all’esordio del tracciato (correva l’anno 2010 e sembrava che Webber potesse vincere il titolo iridato), quando Alonso vinse una gara funestata da incidenti e innumerevoli giri dietro la safety car (cosa pazzesca, entrambe le Red Bull si ritirarono), la corsa fu tutto fuorchè esaltante.

E un sostegno alla mia tesi secondo cui Yeongam se la batte con l’Hungaroring in quanto a noia, ci viene dalle statistiche, gentilmente condivise dall’ufficio stampa Mercedes.

  • Nelle tre gare disputate fino ad adesso, ci sono state più entrate della Safety Car in pista (5) che piloti vincitori (2, Alonso e Vettel nel 2010 e 2011)
  • Nel Gp di Corea 2012 ci sono stati solo 34 sorpassi. Solo a Monaco ce ne sono stati di meno.
  • Un terzo delle diciotto curve di Yeongam vengono prese dalle vetture a meno di 100km/h – ci sono più curve lente che all’Hungaroring aka Taglio di Vene Ring

Aggiungiamo pure che, essendo quest’ultimo un circuito lento, le vetture devono utilizzare un assetto a basso carico aerodinamico: la Red Bull sarà dunque iper-favoritissima (più di quanto non lo sia già per ragioni intrinsiche, ricordiamo Singapore..)..

man on the couch

Ecco le conseguenze immediate.

Ma non temete. C’è una variabile impazzita che potrebbe levare al Tinto il piacere di avere la certezza matematica di vincere il mondiale già a Yeongam (come accadde nel 2011). Il tempo.

PREVISIONI DEL TEMPO

Eh.. brighella! Già vi vedo fare la danza della pioggia dietro i vostri schermi, con una bambolina vudù a forma di RB9 in mano… ! – peraltro è inutile: la vettura di Vettel è immune a ogni forma di malanova e guasto tecnico –

rush 7

Comunque voglio essere ottimista e pensare che il Gp di Corea 2013 ci regalerà un sacco di emozioni. Appuntamento sabato mattina ore 7 A.M. – poveri noi….

P.S. Per onor di cronaca, la palma di “momento più divertente” della storia del Gp di Corea se la merita anche l’escursione di pista di Lewis Hamilton dello scorso anno.

Lewis si porta il prato del Gp di Corea

Lewis e il souvenir coreano. Complimenti ai geni che hanno deciso di piazzare dell’erba sintetica vicino ai cordoli.

 

One thought on “Verso il Gp di Corea 2013 .. allegria portami via

  1. Applausi scroscianti. Specialmente nella seconda parte: mi sto attualmente pisciando nei boxeroni. Brava, bravissima collega!. Ascolta, se t’addormenti per la gara stai serena: dopo tre giri dormiremo tutti e buonanotte ai suonatori.

    J

Comments are closed.